05/07/2018

Ginnastica correttiva: intervista a Chiara Minetto, Fisioterapista Azimut

Cos'è la ginnastica correttiva, quali sono le indicazioni e come si svolge una nostra seduta?
Ce lo racconta Chiara Minetto, Fisioterapista Azimut nella sede di Biella.

Cosa si intende per ginnastica correttiva?
Normalmente per ginnastica correttiva si intende il trattamento indirizzato all’età evolutiva, cioè dall’infanzia all’adolescenza, fase in cui si possono manifestare problematiche a carico della colonna vertebrale e degli arti legate all’accrescimento. 

Quando è indicata la ginnastica correttiva? 
La ginnastica correttiva trova indicazione nel trattamento degli atteggiamenti posturali scorretti o delle reali modificazioni strutturali della colonna, come scoliosi, ipercifosi dorsale o iperlordosi lombare. Oppure di altri distretti corporei, come il piede piatto o il valgismo di ginocchia.

Come funziona l'organizzazione nel centro Azimut?
La nostra presa in carico passa attraverso una visita medica iniziale, in cui il nostro Fisiatra inquadra la problematica dal punto di vista medico oppure formula la cartella riabilitativa su indicazione di un medico specialistica che ha inviato il paziente da noi. Segue poi una seduta individuale in cui un nostro fisioterapista imposta il lavoro in modo personalizzato sul soggetto, per poi proseguire il lavoro in un contesto di gruppo con altri bambini o ragazzi.

Come si svolge una seduta di ginnastica correttiva in Azimut?
Nelle sedute i bambini/ragazzi lavorano sulla propria correzione posturale con questi obiettivi: la presa di coscienza del corpo,  la mobilizzazione e il rinforzo muscolare di esso. Chiaramente a questo si affiancano proposte di lavoro indirizzate in modo specifico alla loro problematica strutturale e adeguate all’età del soggetto.